Molti paesi africani hanno posto un forte accento sullo sviluppo della produzione agroalimentare nei loro piani di crescita, sia per il consumo interno che per aumentare le esportazioni. Ad oggi però, questo settore non è in grado di far fronte alle esigenze della popolazione che sta crescendo ad un ritmo elevato in molte parti del continente. Ciò è dovuto a produzione eterogenea, bassa produttività e qualità inadeguata dei prodotti finiti (carne e latte).

ITARE, insieme al suo partner Rota Guido (www.rotaguido.it), ha progettato un modello di produzione che sta guadagnando popolarità in Italia e in molti paesi africani – la Model Farm.

I centri tecnici zoo integrati (Model Farms) hanno un ruolo chiave nel trasferimento del know-how agli agricoltori di nuova generazione e nella trasformazione del settore nel suo insieme, soprattutto se combinati con una diffusione sistemica di tecnologie e competenze.

Il centro tecnico zoo integrato riunisce infatti le diverse categorie di produzione: latte e prodotti lattiero-caseari, carne, fonti rinnovabili ed è lo strumento ideale per trasferire competenze settoriali specifiche ma altamente interconnesse.

 

 

Questa soluzione chiavi in mano migliora l’efficienza in ogni attività inclusa nella catena del valore del settore agri-business.

 

 

Le offerte tecniche sono strutturate e adattate alle esigenze ambientali e produttive di ciascun paese. Viene inoltre fornito un programma di assistenza tecnica pluriennale che consente al personale locale di ricevere una formazione adeguata.

Il pacchetto commerciale incorpora soluzioni finanziarie fornite da ITARE, consentendo alla controparte estera di pagare il programma per un certo numero di anni, a tassi di interesse competitivi.